La storia di Dante di Nanni un eroe nazionale.

dante

La lapide posta al numero civico 14 di via San Bernardino, cuore del vecchio quartiere operaio San Paolo, mostra un giovane nell’atto di buttarsi giù dalla finestra, levando il pugno chiuso. Più o meno come racconta la motivazione che ha portato la Presidenza della Repubblica a concedere la medaglia d’oro al valor militare. Dante Di Nanni è universalmente noto come eroe della Resistenza, ma per Torino e in particolare borgo San Paolo è ancora qualcosa in più. Si racconta che intorno a mezzogiorno i fascisti e i tedeschi ,scaricavano colpi contro le finestre del secondo piano di un edificio di via San Bernardino. Dalla casa partivano precise raffiche di mitra e qualche lancio di bombe a mano. Ad un certo punto una carica di tritolo bloccò anche il carro armato. Poi i colpi che arrivavano dalla casa si fecero sempre più radi e ad un tratto ad un balcone apparve la figura di un uomo; il giovane si avvicinò vacillando alla ringhiera, levò in alto il pugno chiuso in un ultimo gesto di sfida e si lasciò cadere nel vuoto. Così morì Dante di Nanni, che già pochi giorni dopo fu proclamato "Eroe nazionale" dal Comitato militare del CLN regionale piemontese.

La città di Torino ha dedicato a Dante Di Nanni una via nel quartiere Borgo San Paolo.

Facebook Comments

comments

Google+ Comments

SweeTorino
Angelo Marcinnò

Informazioni su Angelo Marcinnò

Amo il web e tutto quello che ci gira attorno, sa ascoltare ed è fin troppo curioso sempre pronto a scoprire nuove realtà. E' un perfetto casalingo o almeno ci prova e ama gli animali. Ha i piedi per terra ma allo stesso tempo è ambizioso e capace di raggiungere i propri obbiettivi. Pronto a superare qualsiasi problema con il sorriso e il suo spirito giovane e sbarazzino che lo porta a giocare a calcio o a girovagare alla scoperta della sua Torino.

Precedente PERSOL storia di un marchio Italiano Successivo Un Viaggio a Tapppe - Partendo dal Colle del Nivolet per arrivare ad Alassio

Lascia un commento


*